Attenzione: Questo sito utilizza cookie per gestire alcuni servizi oltre che le tue preferenze. Per saperne di più consulta la nostra policy sulla privacy cliccando qui. Accetto ×

Protagonisti

Valentina Sumini

Valentina Sumini

Valentina Sumini e’ Space Architect e ricercatrice al MIT Media Lab nel Responsive Environments Research Group e Space Exploration Initiative. La sua attivita’ di progettazione si e’ focalizzata sullo sviluppo di design e architetture volte a consentire la vita in condizioni estreme sia sulla Terra che in orbita (Low Earth Orbit), sulla Luna e Marte.
La sua ricerca in Space Architecture si e’ dedicata all’ideazione di nuovi metodi di progettazione computazionale multiobiettivo, per valutare la performance degli habitat extra-planetari in fase di design, di vision per ecosistemi di villaggi lunari e citta’ marziane, di wearable soft-robotics per migliorare la mobilita’ e la sicurezza degli astronauti in microgravita’ e durante Extra Vehicular Activity (EVA), e di tecniche di estrazione per l’utilizzo di risorse in situ (In Situ Resources Utilization). La sua passione per l’esplorazione spaziale risale al 2009 quando per la prima volta ebbe l’occasione di progettare un hotel sulla Luna, MOOREA, con l’Alta Scuola Politecnica, per democratizzare l’accesso allo spazio ai turisti. Nel corso degli anni ha sviluppato piu’ in profondita’ studi che sono stati applicati in diversi scenari ottenendo riconoscimenti in diverse competizioni organizzate da enti privati e agenzie spaziali internazionali: MARINA uno Space Hotel orbitante in Low Earth Orbit attorno alla Terra (NASA RASC-AL Competition 2017), Redwood Forest una citta’ su Marte con il suo Mars Habitat W.A.T.E.R.  (Mars City Design Competition 2017, IASS 2018 ), BEAVER una serra su Marte (NASA Big Idea Challenge 2019), H.Y.D.R.A.  un sistema di estrazione di ghiaccio e acqua dal permafrost marziano (NASA RASC-AL Competition 2018), il Moon Village  in collaborazione con lo studio Skidmore, Owings & Merrill e l’European Space Agency, e SpaceHuman un esoscheletro soft robotic testato durante un volo a Zero-G organizzato nel 2019 dal MIT Media Lab - Space Exploration Initiative. Al momento e’ anche Visiting Professor al Politecnico di Milano per il primo corso in Italia di Architecture for Human Space Exploration e lavora nel gruppo di ricerca e sviluppo del Coesia Engineering Center.

Come progettare una casa su Marte
Sabato 26 sett. ore 15:00 Online

;