Attenzione: Questo sito utilizza cookie per gestire alcuni servizi oltre che le tue preferenze. Per saperne di più consulta la nostra policy sulla privacy cliccando qui. Accetto ×

WORKSHOP

WORKSHOP

WORKSHOP INSEGNANTI

in collaborazione con Focus Scuola

A CHI CREDERE?

Scienza, pseudoscienza e senso critico: la didattica ai tempi della pandemia
Seminari online per docenti | Ticket : Quota a modulo singolo: 35 euro; quota tre moduli 90 euro

La pandemia da SARS-Cov-2 ha avuto pesanti conseguenze sulla scuola. Da un giorno all’altro i docenti, con la didattica a distanza, hanno dovuto reinventarsi una nuova metodologia e nuove strategie di insegnamento. L’improvviso e inaspettato terremoto può tuttavia rappresentare anche un’occasione per ripensare l’intera impostazione della scuola italiana. Prendendo spunto dall’attualità, vengono proposti quattro incontri, con il contributo di alcuni esperti, su varie tematiche che la scuola non può ignorare. Ogni seminario comprenderà una parte di attività laboratoriale guidata.

Moderatori e curatori del seminario: Marco Ciardi, Silvano Fuso, Anna Rita Longo.

1) A chi dobbiamo credere? Esperti, pseudo-esperti e cattivi maestri
27 settembre ore 14.30 | Ticket

Nei giorni del lockdown abbiamo assistito agli interventi di decine di cosiddetti esperti che spesso affermavano cose in contraddizione tra loro. A chi dobbiamo credere? Come possiamo insegnare ai ragazzi a chi dare ascolto?

- Laboratorio: la verifica dei fatti e delle fonti. Lavoro di gruppo su documenti di varia natura e principi base dell’analisi critica delle fonti. Si proporrà un’attività incentrata su un argomento storico e un’attività che ruota attorno a un tema medico-scientifico (esempio: la caccia alle streghe e l’efficacia dell’omeopatia).

2) Cosa ci dicono i numeri? Come leggere i dati e cosa imparare da essi
(con un intervento del Prof. Enrico Bucci)
4 ottobre ore 14.30 | Ticket

Per mesi, ogni giorno alle ore 18 venivano comunicati i dati del contagio. Numeri grezzi che andavano però interpretati e l’interpretazione non sempre era univoca. I numeri non sempre sono amati, ma possono dirci molto. Come facciamo a insegnare ai ragazzi a non avere paura dei numeri e a interpretarli correttamente?

- Laboratorio: principi di data journalism/data visualization. Lavoro di gruppo che parte da database pubblici di dati su un determinato argomento: gli studenti sono invitati a selezionarli e a usare semplici strumenti (Excel, SmartArt di Word...) per comunicarli in modo chiaro ed efficace.

3) La scienza può dare «certezze inconfutabili»? Ripensare l’insegnamento delle scienze
(con un intervento del Prof. Massimo Pigliucci)
11 ottobre ore 14.30 | Ticket

Un ministro della Repubblica, nei giorni più critici della pandemia, ha chiesto alla scienza «certezze inconfutabili». Ma la scienza le può dare? Come possiamo insegnare ai ragazzi che la scienza non è una collezione di risposte, ma un metodo di indagine della realtà? Come posiamo far comprendere che la scienza non può dare certezze, ma solamente indicazioni provvisorie e che questo rappresenta paradossalmente uno dei suoi maggiori pregi?

- Laboratorio: comunicare l’incertezza in una situazione in evoluzione. Lavoro di gruppo che parte dall’analisi dello status quaestionis su un determinato tema (es.: gli asintomatici possono trasmettere la CoViD-19?), che culmina nella redazione di un articolo che dia conto in modo corretto ed efficace della situazione.

4) Cambia-mente! Come riconoscere le bufale sulla salute? | Seminario a cura di Fondazione AIRC
18 ottobre dalle 14.30 alle 16.30 | Ticket : Modulo gratuito grazie a contributo Fondazione AIRC
Relatore: Riccardo Di Deo - Divulgatore scientifico e nutrizionista AIRC
Target: Workshop per insegnanti delle secondarie di primo e secondo grado

Abstract: Dubbi, domande e perplessità: come insegnare a riconoscere quali informazioni sono davvero attendibili nell’epoca di internet? Porre le giuste domande può aiutare a contrastare la diffusione di bufale scientifiche. Un workshop finalizzato a offrire strumenti da proporre agli studenti per imparare a riconosce le fake news e operare scelte consapevoli in ambito di salute





VII WORKSHOP MAGIA


 

LA PRESTIGIAZIONE DEL FUTURO


Seminari online sull'illusionismo | Ticket : Quota modulo singolo: 40 euro, quota tre moduli 99 euro

Un'arte antica e nobile come l'illusionismo deve fare i conti con il tempo che passa, la scienza che progredisce, la tecnologia che avanza. Forte di un bagaglio culturale straordinario e di strumenti sempre nuovi ed efficaci, oltre che di un bacino di professionisti creativi e con spirito di iniziativa, la magia resta al passo coi tempi. In questo workshop avrete a disposizione alcune delle menti più creative del panorama magico nazionale. Professionisti che hanno fatto dell'innovazione un punto di forza, senza perdere di vista la tradizione. 9 artisti, 9 numeri che verranno mostrati e spiegati, per trasportarvi nel terzo millennio con un colpo di bacchetta magica.

1) La nuova magia
Con Jack Nobile, Hyde e Mad Markson
4 ottobre ore 14.30 | Ticket

2) Creatività nella magia
Con Francesco Scimemi, Matteo Filippini, Diego Allegri
11 ottobre ore 14.30 | Ticket

3) La magia, la storia, il teatro
Con Davide Calabrese, Raul Cremona e Alex Rusconi
18 ottobre ore 14.30 | Ticket

Gli artisti:
Jack Nobile rappresenta la magia del presente e del futuro: con la sua simpatia e freschezza proporrà un numero semplice ma di grande impatto, preso dal suo corso on-line che sta riscuotendo un notevole successo con migliaia di iscritti.

Francesco Scimemi ha una carriera televisiva lunghissima, in Italia e all'estero. Scoperto da Pippo Baudo alla fine degli anni Ottanta è stato, di fatto, il primo mago comico televisivo con uno stile inconfondibile, follemente magico, e un personaggio amatissimo dal pubblico di tutte le età. La sua disordinata energia nasconde tuttavia un profondo studio della psicologia dello spettacolo e della gestione del pubblico, come svelato nella sua recente autobiografia "Magicomio".

Diego Allegri metterà a disposizione la sua cultura psicologica proponendo un gioco eseguibile da tutti ma sottolineandone le sottigliezze tecniche e psicologiche per ottenere il meglio da ogni passaggio. Francesco Scimemi, oltre a proporre un effetto magico, parlerà della gestione degli spettatori e del timing scenico, in modo da incorniciare ogni gioco di prestigio e sviluppare capacità empatiche per stupire (o divertire) ancora di più il pubblico.

Davide Calabrese parlerà dell’importanza del gesto e della parola. Con la sua esperienza in campo teatrale e musicale, oltre ad eseguire e spiegare un gioco, porterà il tutto in un contesto teatrale perché anche il bancone di un bar o il tavolo della propria cucina possano diventare piccoli e credibili palcoscenici per le nostre esibizioni.

Hyde è una giovane promessa della magia ed uno dei massimi esperti di numeri con il cubo di Rubik in Europa. Proprio il famoso cubo colorato sarà al centro del suo intervento in questo workshop per scoprire quanta magia ci può essere in un oggetto conosciuto da tutti.

Matteo Filippini ci trasporta nel mondo oscuro (ma non poi così tanto) del mentalismo. Esperto in cold reading e tecniche mentali, Filippini proporrà un esperimento del suo repertorio mostrando come, con pochissimo (forse con nulla) sia possibile manipolare la realtà e far credere di possedere poteri incredibili.

Mad Markson, oltre a proporci un effetto del suo repertorio, spiegato nei dettagli, parlerà di come “vendersi” prima di un’esibizione. Sia che siate un professionista, sia che siate un dilettante, il modo in cui vi presentate ha un’importanza determinante sull’effetto che eseguirete. “Vendersi bene” è il motto di questa giovane leva della prestigiazione italiana.

Alex Rusconi proporrà anche quest’anno un gioco a tema “storico” per far vedere come la cultura magica possa illuminare ogni esibizione rendendo molto più credibile l’artista e investendo l’effetto di un’allure davvero affascinante.

Guest star del workshop sarà Raul Cremona, apprezzato prestigiatore e famoso attore comico che, come è già successo in passato, regalerà un valore aggiunto al corso regalando spunti della sua esperienza e spiegando un paio di effetti tratti dal suo ultimo lavoro non ancora uscito. Una vera e propria anteprima per tutti gli iscritti al workshop!



WORKSHOP CICAP

 

COSTRUIRE LO SPIRITO CRITICO

Strumenti per l’orientamento tra disinformazione e controversie scientifiche

Seminari online temi CICAP| Ticket : Quota 2 moduli (“indagine” o “comunicazione”): 25 euro a coppia, 4 moduli 50 euro

Prosegue il percorso di formazione rivolto non solo ai soci del CICAP ma a tutti coloro che sono interessati a conoscere gli strumenti più utili per l'utilizzo e la promozione dello spirito critico. Quest’anno il workshop è composto da due parti, dedicate rispettivamente alle indagini e alla comunicazione della scienza. Esempi tratti dall’attualità ci aiuteranno a capire come orientarci nel mare della disinformazione e come comunicare nel modo più efficace temi scientificamente complessi.

Curatore del seminario: Andrea Ferrero.

1) La cassetta degli attrezzi dell’indagatore di misteri
Con Stefano Bagnasco, fisico, INFN, gruppo sperimentazioni CICAP
27 SETTEMBRE | ore 14.00-15.00 | Ticket

Gli strumenti necessari per fare luce sui misteri e sulle pseudoscienze sono un curioso mix di raffinate tecniche scientifiche e di accorgimenti pratici: imparare a padroneggiarli aiuta non soltanto nel fare chiarezza sui fenomeni scientificamente controversi, ma anche e soprattutto ad affrontare con più consapevolezza le informazioni che ci arrivano ogni giorno.

2) Come individuare le fake news
Con Paolo Attivissimo, giornalista informatico, “cacciatore di bufale”
4 OTTOBRE | ore 14.00-15.00 | Ticket

Notizie false spacciate per vere per suscitare indignazione, per fare propaganda politica, ma soprattutto per ottenere un profitto: ecco le fake news. Come riconoscerle? Scopriamo insieme gli strumenti più utili per individuare la manipolazione, tenendo bene a mente l’importanza dell’approccio scientifico: l’importanza dei fatti.

3) Come comunicare i temi scientificamente controversi: il caso del Covid-19
Con Daniela Ovadia, neuropsicologa, giornalista scientifica
11 OTTOBRE | ore 14.00-15.00 | Ticket

Alla pandemia si è affiancata l’infodemia, un sovraccarico di informazioni spesso non verificate e contraddittorie, con scontri quotidiani tra esperti che lanciavano raccomandazioni incompatibili tra loro. Come orientarsi in questo caos informativo, per fornire al pubblico un buon servizio di informazione senza nascondere le aree di incertezza?

4) Come gestire e far funzionare la comunicazione online
Con Massimo Polidoro, giornalista, scrittore, Segretario del CICAP
18 OTTOBRE | ore 14.00-15.00 | Ticket

Parlare di scienza, smontare bufale e incuriosire il pubblico è un gioco di equilibrio non sempre facile: occorre essere rigorosi, ma al tempo stesso comprensibili e, magari, offrire a chi guarda o ascolta anche un'esperienza piacevole se non addirittura divertente. Questo è vero in qualunque modo si svolga la comunicazione e, in particolar modo, sui social: un compito delicato che non si può improvvisare. Massimo Polidoro ha un'attiva presenza sui social e un pubblico molto attento e fedele che lo segue, sia che conduca serie su YouTube, podcast, storie su Instagram o altro. Racconterà che cosa significa gestire in maniera efficace un canale YouTube, come si organizza il lavoro sui social, come ci si può fare pubblicità senza esagerare, come si gestiscono le discussioni e come si può tentare di trasformarlo in un lavoro a tempo pieno. Una full-immersion nella comunicazione social della scienza per chiunque voglia provare ad avventurarsi su questa strada o, semplicemente, sia curioso di capire come funziona.
;