Attenzione: Questo sito utilizza cookie per gestire alcuni servizi oltre che le tue preferenze. Per saperne di più consulta la nostra policy sulla privacy cliccando qui. Accetto ×

Eventi

image description

1938, L’ITALIA RAZZISTA

SALA PALADIN | Palazzo Moroni

13/09

15:10 -

La tragedia della Shoah rischia spesso di lasciare sullo sfondo le altre gravissime persecuzioni che hanno colpito gli ebrei italiani dal 1938 al 1945. Le leggi razziali, precedute da un subdolo censimento che era in realtà una vera e propria schedatura e anticipate da una violenta campagna antisemita, esclusero gli ebrei dalla scuola, dal mondo del lavoro, dalla vita civile. Il nostro Paese ha indagato questa terribile vicenda soltanto dal 1998, costituendo una Commissione presieduta da Tina Anselmi. Ma troppo resta ancora sconosciuto. Con una capillare ricerca tra i dati e gli allegati al Rapporto Anselmi e in numerosi archivi, negli ottant’anni dalla più importante tra le leggi razziali che furono l’anticamera della Shoah, Fabio Isman racconta vicende spesso ancora ignorate o troppo poco esplorate, che ci restituiscono lo spaccato di un’Italia non sempre composta da «brava gente».

;